Google+ Badge

martedì 23 settembre 2014

La vita è come il gioco dell’oca…

Secondo me la vita di una persona che ha il tumore può essere paragonata al "gioco dell'oca"…

Si fanno passi in avanti, ogni tanto si può star fermi in attesa di ristoro o di aiuto ed alcune volte può succedere di tornare indietro di qualche passo, ma l'importante è continuare a giocare....

Giocare a questo magnifico gioco chiamato VITA.
Questo mio pensiero lo avevo già scritto in un post precedente ma volevo riprendere l’argomento, visto che in questo momento…

Andiamo per ordine…

Miei cari “followers”, amici, conoscenti, non avete mie notizie da prima dell’intervento. Alcuni di voi mi hanno contattato in privato per avere informazioni, visto che non ho più scritto post. Avrei dovuto darvi mie notizie prima, avete ragione, ma tra la ripresa post intervento ed altro non ho avuto la mente serena per scrivere.

L’intervento è andato benissimo e anche la ripresa è stata molto veloce. Grazie a tutti voi che mi avete sostenuto attraverso messaggi, pensieri e preghiere, GRAZIE <3

L’istologico ha confermato che le parti rimosse chirurgicamente erano metastasi del tumore primario.

Adesso sto molto bene, mi sento più energica, vitale, anche se…

anche se la tac non è andata bene!!!

Era un’ipotesi prevista visto che ho dovuto sospendere la chemio per qualche mese ed il corpo è andato incontro ad uno stress forte.

Dalla tac si è visto che le mie "care" metastasi polmonari ed epatiche sono aumentate!!!

Ed ecco qui il mio gioco dell’oca, il gioco della mia vita

Grazie all’intervento ho fatto dei passi doppi in avanti, il mio stato di salute, la mia forza e la qualità della mia vita sono migliorate notevolmente, ma adesso, a questo “tiro di dadi”, sono tornata indietro!!!!

Non dobbiamo mai dimenticare cha la nostra vita, specialmente la vita di chi ha un tumore metastatizzato, è fatta di passi avanti, di attese e di passi indietro… ma questo non ci deve abbattere, non ci deve sconfiggere, non deve toglierci la voglia di combattere e di vivere.

Dobbiamo capire che è la nostra vita e dobbiamo imparare a vivere salterellando…

Prima acquisiamo la consapevolezza della modifica della nostra vita e meglio sarà per noi. Avere questa consapevolezza è importante, perché senza di essa ogni fine ciclo, ogni fine terapia la daremo per terapia ultima, per traguardo raggiunto, e se dovesse capitare (e per il metastatico è molto probabile) di dover riprendere le terapia, riprendere la lotta, tutto ciò potrebbe essere vissuto come una sconfitta, come un fallimento, e così non deve essere!

Non abbiamo scelto noi di fare una vita salterellante tra malattia, terapie e star bene, ma dobbiamo imparare…

dobbiamo imparare a giocare al gioco dell’oca, non possiamo permetterci di stare immobili ed aspettare che la vita ci passi davanti. 

Potremmo prendere come esempio l'aforisma di M.Gandhi :

<<La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia!>>

I <3 life

24 commenti:

  1. Ele, la tua forza incanta sempre! ...e sei sempre ...."di piú"!!! Tvb

    RispondiElimina
  2. Ciao Eleonora, sono la mamma di Carlotta tua "collega" di salterello!
    ho trovato questo scritto in rete perchè mi hai fatto venire in mente Saltapicchio.........
    Forza cara Eleonora, anche Carlotta sul tuo esempio ha creato un blog, una pagina su FB, scrive ogni giorno il suo "pensiero felice". Siete super, saltate e ballate, anche sotto la pioggia! un abbraccio Antonietta Filardi

    http://scrittricesidiventa.blogspot.it/2011/05/la-favola-di-saltapicchio.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonietta, grazie per le tue parole. Per noi scrivere è molto importante, sia per condividere con gli altri esperienze ed emozioni sia perché la scrittura ha un forte potere terapeutico. Mandami il link del blog (è quello che già mi hai mandato) e della pagina Facebook, così faccio un salto anche da lei :). Dai un abbraccio affettuoso e salterellante a Carlotta. <3 <3

      Elimina
  3. Ciao Cara, sono la tua "collega" bergamasca che salterella da un anno senza sosta avanti e indietro sulle caselle del Gioco dell'Oca lottando contro il maledetto linfoma T...mi ritrovo in tutto quello che scrivi, come sempre e leggerti mi da sempre grande forza. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Ciao...sono ..la Sig.ra che ti ha scritto il 4 settembre...quella con il compagno con il cancro alla prostata ....io giorno 29...ho la risonanza cn contrasto....spero vada tutto bene....il mio compagno a giorni dovrebbe andare dal Prof.Borsellino....sono molto contenta di leggerti...Auguri...sei nelle mie preghiere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, spero che tutto, sia per te che per il tuo compagno possa andare bene, tienimi informata, magari qualche volta ci incontriamo in ospedale. Un abbraccio

      Elimina
  5. Dolcissima Ele, sai, a volte la forza del nostro pensiero diventa sovraumana, oltrepassando i limiti della medicina. A volte le cellule “ribelli” e “impazzite” possono, senza un perché razionale, “rinsavire” i-n-s-p-i-e-g-a-b-i-l-m-e-n-t-e per la scienza medica, anche contro ogni ragionevolezza umana. Basta prima convivere con loro, senza volere la loro distruzione: coccoliamole con il pensiero, innaffiamole con l’acqua del nostro sorriso per loro vitale (cioè apportatore di VITA), rassicuriamole senza mostrarci paurosi nei loro confronti; e loro – le cellule ribelli – riacquisteranno (poco a poco, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana) la loro originaria VITALITA’ e torneranno a sanificarsi. Non è un sogno!... ma è ciò che può accadere a tutti in qualsiasi momento…. i poteri del nostro pensiero oltrepassano 70 volte 7 qualunque limite della scienza medica. Insomma, PENSA e Opera Come Se La Grazia che chiedi – qualunque essa sia – Ti sia GIA’ stata ACCORDATA. B-U-O-N-A V-I-T-A (E)LEO(nora…anzi )NESSA!

    RispondiElimina
  6. No, non ci conosciamo. Non mi pare sia una scusa valida per non abbracciarti!
    Avanti tutta a denti stretti, grande Eleonora :)
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maurizio, ricambio con affetto il tuo abbraccio.

      Elimina
    2. Sei una gran bella persona! Dio ti benedica concedendoti ciò che chiedi nelle tue preghiere...

      Elimina
  7. Ciao Eleonora,
    sei proprio una bella persona :)
    Ti auguro tutto il bene del mondo!
    A presto.
    Alessandro

    RispondiElimina
  8. Gentile Eleonora, aggiornaci e facci sapere che va tutto bene.
    Un forte abbraccio.
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maurizio, va molto bene, e domani pubblicherò un nuovo post per far capire quanto io stia bene, soprattutto nel cuore e nell'anima :)

      Elimina
  9. Sei tu la forzacdella vita Eleonora e noi dovremmo imparare tutti da te. Un abbraccio immenso dolcissima!!!!

    RispondiElimina
  10. ❤��❤��

    RispondiElimina