Google+ Badge

venerdì 21 novembre 2014

Non sono un'aliena! Attraverso e vivo la sofferenza per donare sorrisi puri...

Spesso quando le persone mi vedono stare male, soprattutto in ospedale... Mi chiedono :"ma allora sei umana anche tu?"

Certo che sono umana, non è che sono un'aliena!!!

Sono fatta di carne, ossa, anima e cuore come voi...
L'unica differenza è la mia voglia di vivere, la mia fede, la mia determinazione, la mia voglia di lottare, la voglia di utilizzare strategie per modificare gli eventi e renderli più digeribili, positivi invece che negativi...
Le persone mi vedono sempre sorridere, essere felice... Solo chi mi conosce bene o sta imparando a conoscermi si accorge se è un sorriso forzato che sta nascondendo una smorfia di dolore oppure è un sorriso di felicità...
Io ogni volta che entro in ospedale, come ieri che stavo malissimo, entro sempre con un sorriso, con il buon umore... Anche se mi sento uno zombie con movenze da bradipo...

Ai miei cari infermieri basta mezzo sguardo per capire come sto... E subito si adoperano per coccolarmi, farmi ridere, contenermi e supportarmi... Grazie <3
Mi piace entrare nella stanza dove viene somministrata la chemioterapia e regalare, e a sua volta ricevere, SORRISI...


Mi piace sentir dire che do coraggio, serenità, forza e speranza...
Ieri per esempio signora M, (che fa chemio da poco), parlava con la signora F, che era alla sua prima volta (io non riuscivo molto a parlare, riuscivo solo a fare sorrisi per camuffare le smorfie)...
La signora M diceva alla signora F di come era spaventata ed angosciata la prima volta, ma poi grazie all'incontro con me, alle mie parole, ai miei sorrisi, al mio contenimento (ovviamente anche quello di tutti gli infermieri e della psicologa) è stata bene...
Ed anche gli altri cicli di chemio sono andati bene, non come lei aveva pensato, ma come io le avevo detto... Ha fatto anche entrare il marito per salutarmi :)
Anche la signora S ieri mi ha detto "in genere sei bella attiva ed arzilla, si vede che oggi non stai bene, non è da te... Ma anche se stai male dal tuo viso traspare la serenità"...

Quando mi rendo conto che anche un mio sorriso forzato, (ma sempre con il cuore) che camuffa una smorfia di dolore, porta sollievo, speranza, forza o altro per me è una vittoria...

È come se io dovessi attraversare la sofferenza per poter donare sorrisi puri, per far del bene agli altri..


Io sono sicura di ciò... Devo attraversare e vivere la sofferenza, non mi posso nascondere, devo sentire e lottare...
Solo così posso stare bene e continuare la mia lotta...
Io cerco con tutte le forze di "saltare in groppa" al tumore, alla paura, alla sofferenza, alla chemioterapia, per domarla, per decidere io la strada che voglio fare... E spesso per fortuna ci riesco...

Ma ci sono giorni, come ieri, che devo allentare la presa, devo far riposare il mio corpo, sentire la sofferenza... E cosa che mi fa più male, vedere e sentire la sofferenza delle persone che mi vogliono bene...

Poi arrivano i giorni come oggi...
Mi sveglio con la forza di un leone, con dei messaggi da Roma dalla mia Picci Eli che è partita prima di noi e mi avvisa sulla temperatura, con i messaggi di Giulia e Pia che sono emozionate quanto me... tutta questa emozione, trepidazione, amore, mi caricano sempre di più :)
Oggi ho ripreso le redini della mia vita, del il mio cammino, della mia direzione...
Ed oggi la direzione è nuova...

Cari amici... Finalmente sono a Roma con le mi care amiche...


Vi prego, non buttatevi mai giù... Al massimo prendete un po di tempo per sentire la vostra sofferenza e capire come poter reagire, come poterla domare e digerire, ovviamente sempre aiutati dalla vostra "rete di sostegno affettiva" e da specialisti. 


Lo so, non è facile... Sarebbe più facile mollare e farsi attraversare dagli eventi...

Ma sarebbe solo da vigliacchi!!! 
La vita è splendida e va vissuta in ogni suo momento, sia bello che brutto!!!

Forza, forza, forza...


La tenerezza di Dio... si fa espressione nei segni


Grazie a tutti voi, cari amici vicini e lontani, che ieri con un messaggio, una chiamata, un'email, un emoticon, una preghiera, una pratica particolare, avete reso più leggera la mia pesante giornata.

Io non sono un'aliena.. Combatto come voi ed insieme a voi... Miei cari "colleghi di patologia"...

I love life <3